Smart Station

Telegestione ed efficentamento degli impianti LFM ed utenze

Permette di conseguire una gestione automatizzata e centralizzata degli stessi, l’ottimizzazione dell’impiego delle risorse umane, il miglioramento della qualità del servizio reso, la programmabilità delle attività di manutenzione e la riduzione dei vari consumi
Smart Station: Armadio di Stazione (QDS)

Il sistema di telegestione ed efficientamento energetico degli impianti LFM ed utenze di un impianto Ferroviario permette di conseguire, tramite un’attività di diagnostica e/o comando puntuale degli apparati ed una gestione automatizzata e centralizzata degli stessi, l’ottimizzazione dell’impiego delle risorse umane, il miglioramento della qualità del servizio reso, la programmabilità delle attività di manutenzione e la riduzione dei vari consumi, primi fra tutti quelli energetici.

A tal fine il telecontrollo e il telecomando di quanto asservito può avvenire sia in modalità locale che remota (presso opportuni centri di controllo) con possibilità di massima distribuzione delle informazioni su tutto il territorio nazionale.

Per tali motivi il sistema è standardizzato in modo da ottenere il massimo livello di scalabilità e portabilità cui si aggiunge un’altrettanto notevole facilità di installazione ed uso.

Implementazione Locale

Il Sistema, nella sua implementazione locale, è predisposto per gestire impianti di:

  • Illuminazione con torri faro
  • Illuminazione pensiline e sottopassi
  • Riscaldamento elettrico deviatoi
  • Contatori acqua, luce, gas
Dettagli QDS
Alimentazione 3x400Vca+N 50Hz (Imax=125A)
Ingombro Armadio HxLxP=1200x600x400mm
Uscite dedicate ad una coppia di AdP per R.E.D. 2
Uscite dedicate a LFM 3
Espandibilità SI ( con EQdS)
Comunicazione verso MAD di campo Onde convogliate sulla linea di alimentazione carichi
Comunicazione verso Sistema di Supervisione Rete Ethernet 10/100/1000 Mbit/s (Fibra ottica / GSM-R)
Temperatura di esercizio -10°C ÷ +50°C
Smart Station: sistema di telegestione ed efficientamento energetico degli impianti LFM ed utenze di un impianto Ferroviario

Gli elementi costituivi sono:

  • Un armadio di stazione (QdS), dotato di pc e display touch panel, con il compito di controllare e pilotare l’alimentazione delle utenze principali oltre che visualizzare localmente lo stato dell’intero sistema. Le funzionalità svolte, in termini di raccolta dati provenienti dagli apparati periferici, elaborazione e presentazione all’operatore tramite interfaccia grafica efficace e di immediata comprensione costituiscono il cuore operativo del sistema.
  • Moduli di acquisizione dati (MAD), ovvero moduli periferici destinati alla gestione, controllo e diagnostica degli enti telegestiti. Tali moduli comunicano con il QdS mediante onde convogliate sulla dorsale di alimentazione ( il Sistema è predisposto per interfacciarsi con Moduli specifici per R.E.D., Per Lampade, etc.)
  • Smart Station: Armadio di Piazzale
  • Armadi di piazzale (AdP) provvisti di appositi moduli di acquisizione dati, detti MAD-RED, con il compito specifico di alimentare cavi scaldanti autoregolanti per il riscaldamento elettrico dei deviatoi (R.E.D.).
  • Centralina metereologica provvista di:
    » sensore di temperatura e umidità aria esterna
    » anemometro per velocità e direzione del vento
    » barometro
  • Quadri di espansione (EQdS) aggiuntivi opzionali, per consentire di aumentare il numero di enti gestibili.
Dettagli EQdS
Alimentazione 3x400Vca+N 50Hz (Imax=125A)
Ingombro Armadio HxLxP=1200x600x400mm
Uscite dedicate ad una coppia di AdP per R.E.D. 4
Uscite dedicate a LFM 5
Temperatura di esercizio -10°C ÷ +50°C

Implementazione Remota / Supervisione

La supervisione remota, essendo in grado di comunicare con uno o con vari QdS comunque geograficamente dislocati ed interconnessi tramite rete dati RFI permette, da postazione remota, di comandare, controllare e diagnosticare ciascun impianto telegestito nel suo insieme e/o il singolo ente o apparecchiatura.