Sistemi di Alimentazione

SIAP per piccoli impianti

Siap per piccoli impianti

Prodotti ECM: CA/CC, convertitori stabilizzatori per correnti continue

Sistemi di Alimentazione di Continuità della potenza di 1,5 kVA e 3 kVA per piccoli impianti come: Passaggi a Livello, Posti di Linea, Impianti RTB, ecc.

Il Sistema di Continuità è progettato per poter operare alle seguenti condizioni ambientali:

  • 1. Ambiente: Aerato e protetto da agenti atmosferici
  • 2. Tipo installazione: All’interno di locali dedicati
  • 3. Temperatura dell’aria: Media di riferimento 30°C con variazioni comprese tra 0°C e + 45°C
  • 4. Umidità relativa dell’aria: ≤ 90%
  • 5. Altitudine: Inferiore a 1000 m. s.l.m.

Esso è realizzato in una struttura modulare a cassetti estraibili avente le seguenti dimensioni: larghezza 700 mm, profondità 700 mm, altezza 1600 mm.

Funzioni Cassetti

Raddrizzatore

  • 1. Trasformatore trifase:

    » Classe H, in aria naturale;

    » Schermo elettrostatico tra primario e secondario;

    » Impregnazione con resina epossidica;

    » Isolamento 3 kV 50 Hz / 1 min, tra primario e schermo, secondario e schermo, tra avvolgimenti e nucleo;

  • 2. Ponte di conversione d'ingresso: total controllato dodecafase a tiristori;

    » Raffreddamento dei dispositivi con ventilazione forzata;

  • 3. Protezione termostatica dei tiristori:

    » Per massima temperatura (T2),con spegnimento del raddrizzatore;

  • 4. Logica di controllo a schede, contenute in un cestello porta schede, aventi le seguenti funzioni:

    » Controllo sequenza accensioni dei tiristori del ponte dodecafase;

    » Controllo e regolazione dei parametri di tensione e corrente continua erogati dal convertitore;

    » Controllo e regolazione dei parametri di carica della batteria;

  • 5. Distorsione della corrente d’ingresso a pieno carico: ≤10 %;
  • 6. Tolleranza sulle tensioni impostate: + 1 %;
  • 7. Corrente massima erogata: 30 A (1,5 kVA) o 52 A (3 kVA);
  • 8. Tolleranza sulla corrente massima: + 5 %;
  • 9. Ciclo di carica della batteria:

    » Automatico Fondo/Tampone, con selezione automatica tra i due regimi basata sull’entità (tarabile) dell’assorbimento in corrente della batteria durante i primi secondi della fase di ricarica;

    » Tensione di carica in tampone: tarabile tra 2,2 e 2,30 (predisposizione a 2,23) V/el, con possibilità di selezionare la compensazione automatica della temperatura, secondo quanto prescritto dal costruttore della batteria;

    » Tensione di carica a fondo: tarabile tra 2,23 e 2,35 (predisposizione a 2,3) V/el;

  • 10. Ondulazione residua sulla tensione delle batterie < 1 %;
  • 11. corrente di ricarica: tarabile da 0,1 C10 a 0,15 C10;
  • Inverter

    • 1. Ponte di commutazione a transistori (IGBT):

      » Raffreddamento dei dispositivi con ventilazione forzata;

    • 2. Trasformatore monofase:

      » Classe H (Norma CEI 15-26), in aria naturale;

      » Impregnazione con resina epossidica;

      » Isolamento 3 kV 50 Hz/1 min, tra primario e secondario, tra avvolgimenti e nucleo;

    • 3. Logica di controllo a schede, contenute in un cestello portasche- de, aventi le seguenti funzioni:

      » Controllo regolarità della tensione continua di alimentazione al ponte di commutazione inverter;

      » Formazione degli impulsi PWM di comando del ponte monofase di potenza a IGBT;

      » Controllo della sintesi sinusoidale monofase e sua correzione del fattore di forma;

      » Controllo e regolazione dei parametri statici e dinamici della tensione e corrente erogata;

      » Protezione contro sovraccarichi transitori;

    • 4. Tensione d’uscita monofase: 230V (o 150V);
    • 5. Stabilità statica della tensione d’uscita: +1%;
    • 6. Frequenza nominale: 50Hz;
    • 7. Limite campo di frequenza di sincronizzazione: 49–51Hz;
    • 8. Limite e tolleranza della frequenza inverter non sincronizzato: 50Hz+0,05%;
    • 9. Velocità di sincronizzazione non superiore a: 0,1Hz/sec;
    • 10. Distorsione della tensione d’uscita, con carico lineare: < 3%;
    • 11. Distorsione della tensione d’uscita, con carico non lineare: < 8% (definito secondo la Norma CEI EN 62040-3);
    • 12. Stabilità dinamica della tensione d’uscita: classe 1 - Norma CEI EN 62040-3;
    • 13. Sovraccarico: 125%, per 1 min;
    • 14. Sovraccarico: 150 %, per 10 s;
    • 15. Sovraccarico: 200%, per 1s;
    • 16. Durata del corto circuito massimo accettabile: < 0,1 s;
    • 17. Tempo di rientro intolleranza statica: < 100ms;
    • 18. Limiti ammessi del fattore di potenza del carico: 0,5 – 1 cosφ.
    • Sezione Emergenza C.A. - Caratteristiche elettriche:

    • 1. Trasformatore tri-monofase:
    • » Classe H, in aria naturale;

      » Schermo elettrostatico tra primario e secondario;

      » Impregnazione con resina epossidica;

      » Isolamento 3 kV 50 Hz / 1 min, tra primario e schermo, secondario e schermo, tra avvolgimenti e nucleo;

    • 2. Stabilizzatore monofase:
    • » Tensione d’uscita: 230 V (o 150V), 50 Hz, monofase;

      » Stabilità della tensione d’uscita: + 2 % del valore nominale;

      » Sovraccarico: 150 %, per 1 min; • sovraccarico: 200 %, per 1 s;

      » Durata del corto circuito massimo accettabile ≤ 0,1 s;

      Batterie (esterne in armadio o su scaffale)

    • Batterie di accumulatori del tipo stazionario a 72 elementi al piombo, regolato a valvole in tecnologia AGM (Adsorbed Glass Materials), con vita attesa uguale o superiore a 10 anni (a Norme CEI EN 60896-21 e 60896-22)
    • Regime di ricarica a tensione di mantenimento (2,27V/el@ 20°C), con massima corrente iniziale di ricarica regolabile tra 0,10 e 0,15 C10
    • Massima escursione termica dell’ambiente operativo –5°C ÷ + 40 °C
    • La batteria è protetta contro l’eccessiva scarica (oltre 1,75V/el) mediante distacco delle utenze (spegnimento inverter, ecc.)
    • Autonomia massima prevista 6 ore